Dior e la “Bar Jacket”

febbraio 28, 2017 Scritto da ilaria - Nessun commento

12 febbraio 1947, all’età di 42 anni Monsieur Christian Dior presenta, a Parigi, la sua prima collezione, acclamata da tutti per i capi sofisticati e definita all’unanimità “New Look”. Costruita con l’intento di sottolineare le curve femminili, rappresenta una vera e propria rivoluzione dopo le ristrettezze causate dalla guerra, in netta contrapposizione al rigore di Madame Coco Chanel.

Dior crea vestibilità che accarezzano le curve femminili, ispirandosi al passato re inventa la moda femminile, restituendo alle donne la civetteria annullata dagli eventi bellici.

Simbolo iconico di un rinnovato gusto per il lato ludico della vita  diventa la “giacca Bar” o #barjacket, un capo disegnato e creato per l’ora dei cocktail negli alberghi.

Caratteristiche principali sono le linee sagomate, il punto vita segnato, per sottolineare il busto, e i fianchi imbottiti, indossata su gonne plissettate e fluide, ideale per fisici a clessidra.

Da allora è diventata la sua cifra stilistica, ripresa in tutte le collezioni, da ogni direttore artistico, da Yves Saint Laurent a Simons passando per Ferrè e Galliano, sino ad arrivare a MG Chiuri, la nuova mente creativa, italiana e prima donna a dirigere la maison.

Ne sono state proposte quindi moltissime versioni, ma sempre pensate e create in linea con la filosofia del grande couturier, riuscendo così  a mantenere il suo aspetto femminile e bon ton, tipici dello stile Dior.